La domanda

2
bimbone

Che cos'erano i giudicati in Sardegna? this question feed

Inviata da bimbone on 14 dicembre 2013 15:41
bimbone

A partire dall' VIII secolo gli Arabi iniziarono scorrerie sempre più frequenti alle quali i Sardi, ritiratisi i Bizantini, dovettero far fronte solo con le loro forze.

Iniziò allora il periodo dei Giudicati, una forma originale di governo che durò per i successivi 500 anni.

I quattro giudicati erano quelli di Torres-Logudoro, di Cagliari, di Gallura e di Arborea ed erano retti da un giudice con potere sovrano. Amministravano un territorio, chiamato logu, suddiviso in curatorie formate da più villaggi, retti da capi chiamati majori.

Parte dello sfruttamento del territori, come anche l' agricoltura, veniva gestito in modo collettivo.

L' aiuto portato alla Sardegna contro gli Arabi da parte delle flotte genovese e pisana - specie dopo il fallito tentativo di conquista dell' isola nel 1015-16 da parte di Mujāhid al-'Āmirī di Denia (il Mugetto o Musetto delle cronache cristiane italiche), signore delle Baleari dopo il crollo del Califfato omayyade di al-Andalus - ebbe come conseguenza un crescente influsso delle due Repubbliche marinare.

Rimase completamente autonomo il giudicato d'Arborea, dove nel 1395 il giudice Eleonora d'Arborea emanò la Carta de Logu, simbolo e sintesi di una concezione statale totalmente sarda, anche se di diretta derivazione romana. La carta comprendeva un codice civile e uno rurale per complessivi 198 capitoli, e segnava una tappa fondamentale verso i diritti d'uguaglianza. Questo insieme di leggi rimase in vigore fino al 1827. 

14 dicembre 2013 15:57
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.