La domanda

1
intrepidella

Chi ha scoperto i punti cardinali? this question feed

Inviata da intrepidella on 14 ottobre 2013 15:08
intrepidella

Agli Egizi risale probabilmente la divisione ideale del cielo (e dello spazio terreno corrispondente) in quattro parti o direzioni. Se l’Est e l’Ovest continuavano ad essere abbinati al ciclo giornaliero del dio Sole, gli altri due punti erano associati con tutta probabilità al divino Nilo, che come sappiamo con le sue inondazioni donava la vita agli abitanti di quei territori: il Sud dunque indicava l’inizio (= le sorgenti del Nilo), il Nord la fine (= la foce).

Successivamente la cultura greco-romana elaborò la rosa dei venti, anch’essa strumento intramontabile, nella quale comunque sin dai tempi di Omero perdura l’idea che Est e Ovest siano legati al ciclo del Sole. Per queste ragioni l’uso dei termini «Levante» e «Ponente» è per noi ovvio e scontato: vi sentiamo ancora l’eco latina di solem levantem o ponentem (Sole che sorge o che tramonta).

Tra l’altro anche il più moderno termine Ovest si riconduce etimologicamente al latino vesper = «sera», che diventò in tedesco Westen, in inglese West e in francese Ouest. Nel passaggio all’italiano (XVI secolo) si equivocò sulla forma francese, e la u fu letta come se fosse v: così si spiega perché nella nostra lingua il nome Ovest ha una forma molto diversa da quella del più internazionale West. In un modo o nell’altro, comunque, si ritorna sempre all’accostamento tradizionale con il tramonto. 

14 ottobre 2013 17:00
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.