La domanda

1
bimbone

Il viaggio come percorso labirintico: l'Odissea di Omero this question feed

 Mi aiutate con questo tema?

GRECO  -  1 risposta tags: ulisse + omero
Inviata da bimbone on 09 maggio 2014 16:41
bimbone

Nel mondo greco antico, uno spazio irto di pericoli eppure ordinato secondo uno schema ben preciso evocava la figura del labirinto.

La raffigurazione del labirinto era un'immagine simbolica in quanto forma di un'idea, di un concetto astratto. Il concetto che il labirinto esprime è quello del non-rettilineo, del difficile, del tortuoso.

Il labirinto con le sue curve e i suoi meandri funzionava come raffigurazione di quanto fosse non-immediato, non-dritto.

Uno dei significati più radicati che il labirinto assunse nel mondo arcaico è quello di percorso iniziatico, un percorso costituito da pericoli e ostacoli che un giovane deve affrontare e superare per dimostrare di possedere le qualità richieste a un uomo adulto, degno di essere ammesso alla vita sociale e politica del gruppo a cui appartiene. 

Il viaggio di Ulisse è caratterizzato proprio da un tortuoso percorso irto di difficoltà e ostacoli, la cui strada verso la meta finale appare sfuggire e ridefinirsi contnuamente.

Ulisse compie un percorso dallo schema razionale e ordinato verso un mondo irto di ostacoli, un viaggio iniziatico: l'eroe, per riappropriarsi del suo regno ad Itaca e del suo ruolo di sovrano e di marito, deve superare imprese difficili lontano da casa e dal mondo.

Si delinea così l'immagine dell'Odissea come labirinto, dove il non-rettilineo, il tortuoso si realizza attraverso il mare (labirinto marino) e successivamente nel palazzo di Itaca (labirinto di pietra).

09 maggio 2014 17:38
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.