La domanda

1
gingerina

Mi fate il riassunto del canto terzo della Divina Commedia di Dante? this question feed

Inviata da gingerina on 28 agosto 2013 10:14
gingerina

La porta d'ingresso dell'Inferno reca un'iscrizione con parole terribili di dannazione e di dolore, ma, nella più fitta oscurità, sono i lamenti dei dannati del vestibolo infernale a muovere Dante alle lacrime: la prima schiera che incontra è quella degli ignavi, i pusillanimi che per paura non seppero seguire il bene e che per viltà neppure perseguirono il male.

Senza essere propriamente dannati, come contrappasso per la scelta fra bene e male che rifiutarono di fare in vita sono ora costretti a inseguire freneticamente un'insegna, mentre degli insetti pungono i loro corpi nudi e dei vermi bevono il loro sangue misto alle lacrime. Sono così spregevoli che Virgilio invita Dante a non occuparsene, e questi, benché ne riconosca alcuni, evita persino di nominarli.

Dante e Virgilio raggiungono il fiume Acheronte, che segna il confine con l'Inferno, dove una folla di anime attende il passaggio all'altra riva; Caronte, il traghettatore, intima a Dante di allontanarsi dato che è destinato a un altro regno ultraterreno, ma si placa non appena Virgilio indica nella volontà divina il motivo della sua presenza.

Infine, la terra è scossa da un terribile terremoto e Dante perde conoscenza. 

28 agosto 2013 10:32
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.