La domanda

2
arancino

Mi raccontate di cosa parla il Beowulf? this question feed

Inviata da arancino on 27 gennaio 2013 22:31
arancino

Il Beowulf è un poema epico scritto da un autore ignoto agli inizi dell'VIII secolo.

Nell'opera vengono narrate le gesta di un eroe della cultura scandinava che cerca di annientare il mostro Grendel e un terribile drago; questo, prima di essere ucciso, riesce a iniettargli un veleno in grado di condurlo alla morte. L'estremo sacrificio di Beowulf celebra la generosità e la lealtà del sovrano nei confronti dei suoi sudditi, e gli ideali di fedeltà, coraggio e abnegazione dei grandi guerrieri anglosassoni.

Più di altri poemi del periodo, come La battaglia di Brunanburh e La battaglia di Maldon, l'epica di Beowulf riesce a esprimere l'essenza culturale del tardo paganesimo, già permeata dall'influsso del pensiero cristiano. Lo si nota soprattutto nella concezione del destino umano, che sembra dipendere sempre meno da un fato arbitrario e sempre più, invece, dalla giustizia divina.

L'evangelizzazione delle tribù pagane, infatti, era cominciata già dal VI secolo e venne celebrata da numerosi componimenti di argomento religioso che, conservati nei monasteri, costituiscono la maggior parte della letteratura anglosassone giunta fino a noi. Il più antico frammento poetico fino a oggi conservato consiste di nove versi sulla Creazione, composti nel VII secolo da Caedmon, un povero mandriano al servizio dell'abbazia di Whitby.

Secondo Beda il Venerabile, grande storico e teologo che parafrasò l'Inno in latino, l'illetterato Caedmon cominciò a scrivere versi miracolosamente, in seguito a una visione; questo prodigioso evento lo indusse a farsi monaco e a dedicarsi alla composizione di opere ispirate ai primi libri della Bibbia.

 
27 gennaio 2013 23:11
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.