La domanda

2
farfina

Quali furono gli effetti del dominio aragonese in Sardegna? this question feed

Inviata da farfina on 14 dicembre 2013 15:43
farfina

Il periodo che va dagli inizi del XIV secolo a circa la metà del secolo successivo rappresenta per la civiltà occidentale un periodo di transizione dal Medioevo all' età moderna.

La società si svincola dai miti e dalle tradizioni medievali e si avvia verso il Rinascimento. Purtroppo, questi cambiamenti non si riscontrano in Sardegna: questo periodo corrisponde infatti all' occupazione aragonese; (ebbe inizio nel 1323 - 1324) ed è considerato da molti come il peggiore di tutta la storia dell' isola. Il cammino verso l' età moderna viene bruscamente interrotto e tutta la società isolana regredisce verso un nuovo e più buio Medioevo.

Le maggiori cause furono viste nelle continue guerre contro il Regno di Arborea e nel regime di privilegio, di angherie e di monopolio esclusivo di ogni potere, instaurato a proprio favore dai Catalano-aragonesi e poi dagli spagnoli.

Una testimonianza evidente della situazione creatasi è fornita dagli stessi Catalani, che ancora nel 1481 e nel 1511 chiedevano al Re - nel loro Parlamento - la conferma in blocco degli antichi privilegi, ricordando che erano stati concessi «per tenir appretada e sotmesa la naciò sarda» (mantenere bisognosa e sottomessa la nazione sarda).

Con il dispotismo e la confisca di tutte le ricchezze si arrestò bruscamente il processo di rinnovamento economico, culturale e sociale che gli Arborensi Genovesi, i Pisani e la Chiesa stessa, con i suoi ordini monastici, avevano suscitato nei primi tre secoli dopo l' anno Mille.

Riuscirono dopo quasi un secolo di guerre e di sanguinose battaglie ad unificare il Regno di Sardegna e Corsica, composto - per lungo tempo - unicamente dalle città di Cagliari e di Alghero, ma in realtà gli aragonesi non disponevano i mezzi per una tale invasione, e i due popoli sconteranno duramente - in epoche successive - il loro combattersi accanitamente fino ad annullarsi a vicenda. Sia i sardi che i catalano-aragonesi finiranno per essere assorbiti in realtà nazionali sostanzialmente estranee alla loro storia. 

14 dicembre 2013 15:57
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.