La domanda

1
fiorellino

Tema: la responsabilità morale dello scienzato nella letteratura del Novecento this question feed

Inviata da fiorellino on 27 settembre 2013 12:53
fiorellino

L’enorme impressione suscitata dagli orrori della seconda guerra mondiale e dall’utilizzo della bomba atomica, contribuì decisamente a indirizzare le tematiche di carattere scientifico in letteratura nel periodo post-bellicoNe Le due culture (1959) Snow, denunciando l’ormai irrimediabile frattura fra scienza moderna e cultura umanista, deplora soprattutto l’ignoranza in materia scientifica di letterati e artisti. 

La responsabilità morale dello scienziato nei confronti del suo asservimento al potere era già stata esplorata da Bertolt Brecht in Vita di Galilei (1938), mentre Friedrich Dürrenmatt ne I fisici (1962) e Heinar Kipphardt in Sul caso J. Robert Oppenheimer (1964) svilupperanno il tema con un più chiaro intento polemico, soprattutto nei confronti dei presupposti e degli intenti della ricerca fisico-nucleare, dove Dürrenmatt sembra anticipare il testo di Leonardo Sciascia La scomparsa di Majorana (1975).

Per lo scrittore tedesco, come per il Majorana di Sciascia, è dovere morale dello scienziato di chiamarsi fuori, di scomparire, anche fisicamente, di fronte alle responsabilità imposte dalle nuove scoperte fisiche.

Più bonaria e dissacrante la critica alla corsa al nucleare di Stanley Kubrik del suo Dottor Stranamore (1964), film liberamente tratto dal romanzo dell’inglese Peter George Allarme rosso (1958), a cui risponde Philip Dick con Dr. Bloodmoney (1965), dove la follia immorale dello scienziato è ancora più esasperata che nel lavoro di Kubrick.

Gli anni ’60 sono inoltre contrassegnati dal dibattito sulle “due culture”, sorto all’indomani della pubblicazione del famoso pamphlet di Charles Percy Snow, scrittore e scienziato inglese, autore di romanzi a sfondo scientifico come Stranieri e fratelli (1940), Tempo di speranza (1949) e I nuovi uomini (1954). 

27 settembre 2013 13:18
Voto positivo
0%
Voto negativo
0%

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.