Cosakis

Cosakis
Domande postate2
Risposte date9
Punteggio totale 59
Migliori Risposte0
Voti ricevuti per le domande39
Voti positivi per le risposte3
Voti negativi per le risposte1

Ultime domande

Ultime risposte

Mi fate un esempio di sonetto caudato?

il "sonetto caudato" è nato nel Trecento, ed è un sonetto a cui viene aggiunta una "coda" formata da un settenario in rima con l'ultimo dei quattordici versi e da un distico di endecasillabi a rima baciata. Quando la coda era replicata più volte, il componimento veniva definito sonettessa

Sono molti gli autori che ne hanno fatto uso, specialmente nello stile "comico" molti grandi poeti: da Guittone (XIV secolo), ad Antonio Pucci (XIV secolo) a Francesco Berni (XVI secolo) a Giosué Carducci (XIX secolo).

Un esempio famoso e tra i più antichi è il sonetto di Guido Orlandi a Guido Cavalcanti: "Amico, I' saccio ben che sa' limare"

Mi raccontate di cosa parla "Quer pasticciaccio brutto de via Merulana"

La storia di Quer pasticciaccio brutto de via Merulana si svolge a Roma negli anni del fascismo.

Il protagonista è un commissario di polizia di nome Ciccio Ingravallo che indaga sul furto avvenuto in un appartemento di via Merulana, dove abitano alcuni suoi amici, i Balducci.

Proprio mentre il commissario indaga sul furto, Liliana Balducci viene uccisa in circostanze misteriose. Ingravallo è convinto che furto e omicidio siano collegati e sospetta del nipote di Liliana, che però viene quasi subito scagionato, e di alcune domestiche che Liliana aveva licenziato.

 Uno dei personaggi chiave dell'indagine diventa Zamira, una ex prostituta. Al dito di una delle sue apprendiste viene rinvenuto uno dei gioielli rubati, che lei sostiene di aver avuto in prestito da una cugina. Nella casa di quest'ultima viene alla fine ritrovato, nascosto in un vaso da notte, il sacchetto contenente i gioielli rubati.

Le indagini sembrano convergere verso Assuntina, una ex domestica di Liliana che viene sottoposta ad un lungo interrogatorio.

Il romanzo si interrompe sulle proteste di Assuntina che si dichiara innocente.

Ciao!
 

In quali casi si deve ottenere la licenza SIAE per pubblicare musica su Internet?

La normativa è chiaramente definita dalla SIAE.

L’uso di opere protette dal diritto d’autore deve essere sempre autorizzato in via preventiva dai titolari del diritto: ciò vale anche per le utilizzazioni in rete. La SIAE concede le autorizzazioni per conto degli autori e degli editori associati alla SIAE ed alle società d’autori ad essa collegate in virtù di accordi di rappresentanza. In particolare, per le opere musicali appartenenti al repertorio amministrato dalle SIAE, la licenza deve essere ottenuta in tutti i casi in cui l’utilizzazione di musica su Internet avviene, per esempio, in una delle seguenti forme:
 

  • siti "portali" che offrono agli utenti l’accesso guidato alla rete, con l’offerta di canali tematici dedicati alla musica;
  • siti che effettuano la diffusione in streaming di opere o frammenti di opere, video clip, concerti ed altri eventi musicali, dal vivo o in differita;
  • siti che offrono opere musicali in streaming con programmazioni predefinite (webradio);
  • siti che offrono in streaming programmazioni televisive predefinite contenenti opere musicali(webtv);
  • siti che svolgono attività di promozione, distribuzione e vendita mediante downloading di file musicali, in qualsiasi formato di compressione;
  • siti aziendali, industriali, istituzionali che contengono musica come complemento;
  • siti di artisti, autori, editori e produttori fonografici per l’autopromozione delle loro opere musicali;
  • siti che offrono podcasting con contenuti musicali.

se ti occorrono altre informazioni chiedi pure!

In quali casi si deve ottenere la licenza SIAE per pubblicare musica su Internet?

La normativa è chiaramente definita dalla SIAE.

L’uso di opere protette dal diritto d’autore deve essere sempre autorizzato in via preventiva dai titolari del diritto: ciò vale anche per le utilizzazioni in rete. La SIAE concede le autorizzazioni per conto degli autori e degli editori associati alla SIAE ed alle società d’autori ad essa collegate in virtù di accordi di rappresentanza. In particolare, per le opere musicali appartenenti al repertorio amministrato dalle SIAE, la licenza deve essere ottenuta in tutti i casi in cui l’utilizzazione di musica su Internet avviene, per esempio, in una delle seguenti forme:
 

  • siti "portali" che offrono agli utenti l’accesso guidato alla rete, con l’offerta di canali tematici dedicati alla musica;
  • siti che effettuano la diffusione in streaming di opere o frammenti di opere, video clip, concerti ed altri eventi musicali, dal vivo o in differita;
  • siti che offrono opere musicali in streaming con programmazioni predefinite (webradio);
  • siti che offrono in streaming programmazioni televisive predefinite contenenti opere musicali(webtv);
  • siti che svolgono attività di promozione, distribuzione e vendita mediante downloading di file musicali, in qualsiasi formato di compressione;
  • siti aziendali, industriali, istituzionali che contengono musica come complemento;
  • siti di artisti, autori, editori e produttori fonografici per l’autopromozione delle loro opere musicali;
  • siti che offrono podcasting con contenuti musicali.

se ti occorrono altre informazioni chiedi pure!

Chi era Max Planck?

Max Planck è il padre della teoria quantistica. Studiò presso le università di Monaco e di Berlino, ottenne nel 1885 la cattedra di fisica all\'Università di Kiel. Dal 1889 al 1928 lavorò all\'Università di Berlino proseguendo l\'attività didattica e di ricerca.
Nel 1900, durante le sue ricerche sulla radiazione emessa dal corpo nero, una superficie ideale che assorbe tutta l\'energia incidente, egli avanzò l\'ipotesi che l\'energia venisse irraggiata in quantità discrete che chiamò quanti. La legge di Planck afferma che l\'energia di un singolo quanto è uguale alla frequenza della radiazione moltiplicata per una costante universale, nota come costante di Planck. Benché effettivamente rivoluzionaria, la teoria proposta, che era formulata su basi empiriche e matematiche, fu considerata un\'ipotesi ad hoc per spiegare fenomeni di difficile interpretazione e non ottenne il riconoscimento che meritava. Il valore dell\'ipotesi di Planck fu reso evidente da Einstein che, nell\'ambito della spiegazione dell\'effetto fotoelettrico, riprese il concetto di quanto e ne diede una definizione in termini fisici. La teoria di Bohr sulla struttura atomica fu al contempo un ulteriore sviluppo e una conferma dell\'ipotesi dei quanti, che deve dunque essere considerata una tappa fondamentale nella storia della fisica moderna. Essa infatti segnò la crisi della fisica classica e la nascita della meccanica quantistica.
L\'attività di ricerca di Planck fu premiata con vari riconoscimenti, tra i quali il premio Nobel per la fisica che gli fu assegnato nel 1918. Nel 1930 Planck venne eletto presidente dell\'Istituto Kaiser Wilhelm per lo sviluppo della scienza, la principale associazione degli scienziati tedeschi, che più tardi prese il nome di Istituto Max Planck. Per aver apertamente criticato il regime nazista, Planck fu però espulso dall\'Istituto, del quale assunse nuovamente la direzione al termine della seconda guerra mondiale.

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.