angelino

angelino
Domande postate6
Risposte date2
Punteggio totale 86
Migliori Risposte0
Voti ricevuti per le domande82
Voti positivi per le risposte1
Voti negativi per le risposte1

Ultime domande

Ultime risposte

Mi dite che cosa è il contrappunto?

Il contrappunto (dal latino punctum contra punctum, ovvero nota contro nota) è la relazione tra due o più voci che sono indipendenti nel ritmo ed interdipendenti nell'armonia

Uno dei maggiori interpreti della tecnica contrappuntistica è Johann Sebastian Bach.

Quando si usa l'imperativo futuro e come si traduce in italiano?

In latino l'imperativo futuro viene usato soprattutto nei testi ufficiali come leggi, testamenti, massime con significato di ordine solenne e di validità continuata nel tempo.

Nella morfologia verbale italiana l'imperativo futuro non esiste. Si traduce solitamente con l'imperativo presente, il congiuntivo esortativo o il futuro indicativo.

Esempio: Deorum Manium iura sancta sunto Siano sempre sacri i diritti degli dèi Mani

Mi fate un riassunto della novella del Decameron di Lisabetta da Messina?

Provo a riassumertela in poche righe.

La novella narra di Elisabetta, una giovane e bella ragazza, che viveva a Messina insieme ai suoi tre fratelli, mercanti di professione, arricchiti dall\'eredità del padre; Elisabetta, nonostante fosse una bella ragazza, non si era ancora sposata, ma ben presto s\'innamorò di un aiutante dei fratelli di nome Lorenzo, il quale dimostrò subito di contraccambiare i sentimenti della giovane.
Una sera uno dei tre fratelli scoprì casualmente la relazione tra i due ragazzi e, quando la mattina seguente ne parlò con gli altri, tutti insieme decisero di far finta di non sapere nulla, almeno finché non avessero eliminato definitivamente colui che rappresentava una vergogna per la sorella e per tutta la famiglia.
Così un giorno i tre condussero con l\'inganno Lorenzo fuori città, l\'uccisero e poi lo seppellirono; tornati in città dissero di averlo mandato lontano per portare a termine alcuni affari, e visto che erano soliti farlo, furono creduti.
Elisabetta, vedendo che Lorenzo non tornava, cominciò a chiedere sue notizie ai fratelli in maniera sempre più insistente, finché una notte lui le apparve in sogno: le disse che i suoi fratelli lo avevano ucciso, e che perciò non poteva più tornare; le indicò però il luogo in cui era sepolto e poi scomparve.
Il giorno seguente, senza avere il coraggio di affrontare i fratelli, si diresse verso il luogo che Lorenzo le aveva indicato in sogno e trovato il corpo, sapendo di non potergli dare degna sepoltura, ne tagliò il capo che portò con sé.
Arrivata a casa mise la testa dell\'amato in un vaso, riempì questo di terra e vi piantò numerosi rami di basilico salernitano, che innaffiò per lungo tempo con le proprie lacrime; questo comportamento fu notato da alcuni vicini, i quali informarono i tre fratelli che, dopo aver più volte rimproverato la ragazza, decisero di sottrarle il vaso.
Elisabetta continuò a chiedere con insistenza la restituzione del vaso, continuando a piangere e ammalandosi. I fratelli, incuriositi da queste continue richieste, guardarno all\'intero del vaso e subito trovarono sul suo fondo i resti della testa di Lorenzo, e per paura che questo fatto si venisse a sapere, trasferirono tutti i propri affari a Napoli. Nel giro di poco tempo, Elisabetta morì continuando a domandare del vaso, e con lei morì il suo grande amore.

L\'amore non si spegne con la crudeltà e chi lo vive lo porta con sè fino alla morte.

La novella di Guglielmo da Rossiglione???

E\' una delle novelle più conosciute del Decameron. Leggila è molto bella. Cmq te la riassumo in poche righe

Guglielmo Guardastagno si innamora follemente della mogli del suo amico e compagno d’arme Guglielmo Rossiglione. Questo amore è così forte che Guglielmo Rossiglione si accorge di questa relazione segreta e uccide l’amico. Successivamente serve per cena il cure dell’innamorato alla moglie che si nutre di questo piatto inconsapevole delle sue azioni. Ma una volta venuta a conoscenza di quello che ha fatto si getta dalla finestra. Riuniti nella morte i due amanti vengono posti in una camera di sepoltura comune. 

Area del cerchio: come si calcolaaaaaa????

Il cerchio è una superficie piana limitata da una linea curva che ha tutti i suoi punti ugualmente distanti da un punto interno detto centro. La linea curva che chiude il cerchio si chiama circonferenza. L'area del cerchio si ottiene moltiplicando il raggio per se stesso e quindi moltiplicando il risultato per pigreco (3,14) 

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.