bimbone

bimbone
Domande postate0
Risposte date2
Punteggio totale 43
Migliori Risposte0
Voti ricevuti per le domande37
Voti positivi per le risposte2
Voti negativi per le risposte0

Ultime risposte

Posso chiedere una spiegazione sintetica e chiara della filosofia di Fichte?

Aggiungo a quanto detto da Dadolina un elemento che mi sembra importante.

Se fino al 1800 Fichte parla dell'attività del soggetto come infinita, nelle opere dopo quella data (alcune delle quali pubblicate postume) il concetto di infinito diventa metafisico: è descritto come l'infinitezza di un Essere, di un Dio o, nella terminologia che Fichte mutua dai romantici, di un Assoluto che è principio ontologico e gnoseologico della realtà e che non è conoscibile nella sua essenza per l'uomo. "L' Assoluto è assolutamente ciò che è, riposa su e in se medesimo assolutamente, senza mutamento né oscillazione, saldo, completo e chiuso in sé stesso".

Che cos'è l'Indice di Massa Corporea

L'Indice di Massa Corporea è un parametro che mette in relazione la massa corporea e la statura di un soggetto.

Si calcola dividendo il proprio peso espresso in kg per il quadrato dell’altezza espressa in metri:

IMC = massa corporea (Kg) / statura (m2)

Viene utilizzato dall'Organizzazione Mondiale della Sanità per la classificazione dell'obesità ed èun parametro importante nelle stime per la determinazione del rischio di mortalità per alcune patologie come quelle cardiovascolari e renali.

Ciao!
 

COS’È LA CONVENZIONE EUROPEA DEI DIRITTI DELL’UOMO?

 La Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo

è un trattato internazionale aperto alla firma
degli Stati membri del Consiglio d’Europa.
La Convenzione, che istituisce la Corte e ne
regola il funzionamento, contiene un catalogo di
diritti e libertà che gli Stati hanno assunto l’obbligo di
rispettare.a Convenzione europea dei Diritti dell’Uomo
è un trattato internazionale aperto alla firma
degli Stati membri del Consiglio d’Europa.
La Convenzione, che istituisce la Corte e ne
regola il funzionamento, contiene un catalogo di
diritti e libertà che gli Stati hanno assunto l’obbligo di
rispettare.

Che cos\'è l\'asse di un segmento e di quale proprietà godono i suoi punti?

L\'asse di un segmento è la retta perpendicolare al segmento condotta per il suo punto medio. I punti dell\'asse di un segmento godono della proprietà di essere equidistanti dagli estremi del segmento e per tale motivo l\'asse di un segmento si definisce un"luogo geometrico". Mediante la geometria analitica per calcolare l\'equazione dell\'asse di un segmento dati gli estremi del segmento stesso si deve calcolare il coefficiente angolare della retta che passa per i due punti e quindi il suo antireciproco, occorrono poi le coordinate del punto medio del segmento stesso ed infine basta utilizzare l\'equazione del fascio proprio di rette passanti per tale punto con il coefficiente angolare determinato .

Devo fare una ricerca sulla concezione dell\'astronomia nell\'antica Grecia

L\'astronomia ha un ruolo fondamentale nel pensiero greco fin dalle origini.

Per primi i filosofi presocratici affermarono che in realtà è il Sole a trovarsi al centro dell’universo, e la Terra, di forma sferica, a girargli attorno. Questa teoria tuttavia non ebbe vita lunga: venne infatti soppiantata già nel III secolo a.C. , dopo la pubblicazione delle opere di Platone. Ora ci fermeremo ad analizzare le teorie astronomiche che si svilupparono a partire dal grande pensatore ateniese in poi, poiché sarà molto utile avere una conoscenza di base di queste ultime per comprendere meglio l’astronomia medioevale, che proprio su queste si basa e si sviluppa.

La  teoria astronomica fondamentale dell’antichità (ma non l’unica), viene comunemente chiamata “Aristotelico-Tolemaica”, dal nome di due suoi perfezionatori, Aristotele e Tolomeo appunto. Essa infatti non venne creata da questi ultimi, ma da loro fu semplicemente accettata ed integrata con nuovi dati.

Aristotele (IV secolo a.C.) ipotizzò che i corpi celesti al tempo conosciuti fossero incastonati in sfere rigide concentriche rotanti intorno alla Terra, che si trova, immobile, al centro dell’universo. Le varie anomalie soprattutto del moto dei pianeti (moto retrogrado) venivano spiegate attraverso complicatissimi moti che avvengono su circonferenze centrate su queste sfere. Le sfere presenti erano, nell’ordine: Luna, Mercurio, Venere, Sole, Marte, Giove, Saturno e Stelle Fisse. Nella sfera delle Stelle Fisse aveva sede il “primo motore immobile”, vero e proprio motore del moto astronomico. Le sfere sarebbero costituite per lo più da etere, il quinto elemento, incorruttibile ed immutabile.

In seguito la teoria venne rivista da Claudio Tolomeo (II secolo d.C.) che, nella sua opera fondamentale, “l’Almagesto”, ne confermò la validità di una gran parte, correggendo ed ampliando alcune parti che apparivano più oscure (introducendo ad esempio il concetto di “equante”, che non fece altro che rendere ancor più complicata una teoria già di per sé molto macchinosa). La maggiore innovazione dell’astronomo egiziano fu quella di aggiungere agli otto cieli aristotelici un nono, detto “Cristallino”, in cui aveva sede il “primo motore immobile”. La teologia cristiana nel Medioevo aggiunse un ulteriore cerchio oltre il cristallino che venne chiamato “Empireo”, la dimora di Dio.

Questa visione fu adottata in tutto il mondo occidentale fino alla rivoluzione copernicana e alle opere di Galilei.

ASKuola non valuta nè garantisce l'accuratezza dei contenuti inviati dagli utenti. Leggi le Condizioni di Utilizzo del Servizio

.